venerdì 29 luglio 2016

Ghostbusters 2016 - l'occasione mancata


VIA IL DENTE VIA IL DOLORE.
Magari a voi Ghostbusters 2016 piacerà un casino. E questo è uno sfogo a caldo, appena rientrata dal cinema.
Ma.
Premettendo che, vi giuro, per quanto io veneri l'originale, il film che volevo vedere stasera non era la fotocopia dell'originale. Non mi interessa fare il paragone.
Quello che volevo vedere era solo un bel film. O, quanto meno, un film dignitoso.
Quello che ho visto non lo è.
Ho visto un film in cui un terzo delle "battute" è "cacca pipì". Roba che al cinema mi vergognavo per lo sceneggiatore, altro che ridere.
Ho visto un film in cui i personaggi non hanno un briciolo di coerenza nella caratterizzazione (parlo di te, Erin).
Ho visto una commediola sciocca costruita a misura di imbecille (della serie "ripetiamo tre o quattro volte le cose così anche lo spettatore più idiota le capisce), infarcita di cose già viste e straviste (il salvataggio finale di Abbie, tanto per dirne una).
Ho visto un film senza EPICA. Dove i palazzi distrutti tornano magicamente interi alla fine, tanto per fare un esempio, mica che turbiamo qualcuno con questi fantasmi cattivoni. Un film dove non c'è mai un vero senso di pericolo. QUESTA è la differenza tra l'originale e il reboot: Ghostbusters di una volta era un urban fantasy ironico, questo è una commedia che non fa ridere (come si dice più o meno anche qui).

Ho visto, soprattutto, un film che NON VOGLIO mi rappresenti come donna. Oh, sì. Perché non me ne frega niente se a salvare New York (da una minaccia ridicola, perpetrata da un cattivo insulso) sono quattro ragazze: se tre su quattro di loro si comportano per lo più da decerebrate, allora no, non state facendo un favore alle ragazze e alle donne che amano l'azione, il fantasy, la fantascienza, l'horror. Se il modo in cui riuscite ad affrontare il tema "donne e azione" è mettere in ridicolo gli stereotipi femminili (Erin che si comporta come una quindicenne cretina perché vede un bel ragazzo? Certo, un bel sospirone davanti a Thor lo farebbe chiunque, ma poi, cara, raccogli le mutande da terra e un po' di dignità, santo cielo!), non saranno le (insistite e dopo un po' anche CHEPPALLE) battute sul tema "le donne non possono acchiappare fantasmi? Ve la facciamo vedere" a dimostrare quanto siete per la parità.
E questo, specifico, non cambia il pensiero che avevo espresso in questo post. Io le VOGLIO le donne toste nei film fantasy/horror ecc, e non voglio un'industria culturale che pensa che io debba solo guardare film romantici.

Di tutto il film si salvano, IMHO:
- Holtzman, la bionda ingegnera che è stata l'unico, l'UNICO personaggio a dare un minimo di epicità nella battaglia finale (sì, quando lecca la pistola: a lei credo, se vuole fare il culo ai fantasmi), l'unico personaggio con un briciolo di personalità, l'unico personaggio davvero simpatico.
- un paio di idee carine negli aggeggi scientifici e qualche strizzata d'occhio azzeccata (per esempio quella alla sede originale)
- ...
Non mi viene in mente altro.

...

Fino a quanto detto sopra, si tratta del post scritto ieri sera a caldo appena uscita dal cinema. Magari un po' sbollirò con il tempo. Magari, ed è il dubbio atroce che circola da ieri leggendo invece i pareri di chi ha guardato il film in inglese, parte della colpa sarà di un adattamento che ha devastato i dialoghi originali: non lo posso ancora sapere, ma attendo il parere di persone fidate che presto lo vedranno in inglese. Certo è che, se così fosse: 1- ci sarebbe doppiamente da incazzarsi, e 2- questo non cambia la presenza di un antagonista insulso, di scene prevedibili o sciocche, di espedienti come i palazzi tornati magicamente interi (quanto mi sono rimasti sul gozzo, accidenti) che annullano tutta la serietà di un'opera di genere fantastico (capite perché la prendo sul personale). Perfino i cameo degli attori originali funzionano sì-e-no; funziona l'apparizione, ma, per esempio, l'unico che ha una parte un filo più lunga, Bill Murray, viene buttato in mezzo e ri-buttato fuori un po' ad cazzum, senza minimamente sfruttare la potenzialità del tipo di personaggio che interpreta: non è un elemento della storia, è solo una mestolata d'acqua schiaffata nel brodo per allungarlo.

Ma se devo pensare alle donne nel fantastico, per favore, la prossima volta ridatemi Ellen Ripley. Datemi Furiosa, accidenti. Datemi un film come Babadook, che sì dimostra quanto le donne sappiano scrivere horror o fantastico in genere. Datemi un film dove le donne protagoniste si facciano rispettare davvero.

8 commenti:

  1. Dai, si salva anche Thor nei panni di segretario XD
    Comunque l'originale è ineguagliabile. :'D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche lui ha qualche momento carino, e mi fa piacere che Chris riesca a fare autoironia, ma, in generale, anche la comicità legata al suo personaggio non era questa meraviglia...
      L'originale è un capolavoro e un mio mito personale, lo potrei citare a memoria dall'inizio alla fine. Non pretendevo tanto, da questo... ma qualcosa più di quello che ci hanno dato sì, senz'altro

      Elimina
  2. Se mi trattano male Murray esplodo. Detto questo, trattengo gli improperi fino a quando non lo avrò visto, anche se parto già con una scimmia legata al collo per un cappio, poverina.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il suo personaggio è l'ennesima occasione sprecata del film...

      Elimina
  3. Non ricordo i film originali (ricordo di averli visti, ma non mi torna in mente nemmeno una scena), ma all'epoca mi piacevano. Voglio vedere questo sperando che riesca a farmi qualche risata, anche se ora sono più dubbiosa di prima xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io li adoro, soprattutto il primo ha un mix di personaggi simpatici, ritmo, battute leggendarie e ironia che amo alla follia ^_^ Recuperali, non te ne pentirai!

      Elimina
  4. Forse questa tua recensione mi salverà dal doverlo andare a vedere, quindi grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ad altri è piaciuto... per quanto riguarda me, salvo rari momenti, non si è trattato di un tipo di comicità che apprezzi.

      Elimina